Loading...


19 Agosto 1987 - 19 Agosto 2007

Sono passati venti anni da quando ci ha preceduto nella luce del Signore. Ricordare, è come aprire il cuore e non solo in senso letterario. Ogni giorno è stato una ferita.

Una giovane vita bruciata, come una farfalla che si avvicina alla fiamma, perchè troppo bella e lucente, ed in essa si sublima: fiamma nella fiamma. Era per noi, forse, una gioia troppo grande.

La tua vita, così breve, diciotto anni di gioia, spero che sia un monito per gli altri giovani.

Gioventù: desiderio di tutto, corsa verso il futuro, sfida alla velocità, ed a volte, alla morte. Salvate la vostra vita, così cara ai vostri familiari!

Dovete viverla per dedicarla anche agli altri con il vostro altruismo; per i più deboli, per i più poveri, per i bambini abbandonati e soli che non hanno avuto la vostra fortuna nella loro esistenza. Il destino del Signore si è compiuto e noi, qui sulla terra, riflettiamo, preghiamo e ti desideriamo.

Un grande bacio da papà, mamma, Christine, la tua famiglia e i tuoi amici.

Roberto

CHI SIAMO
0
Eventi Attivi
0
Iniziative Annuali
0.8M
Donazioni

ULTIMI EVENTI

Insieme facciamo la differenza

  • Evento di beneficenza natale 2013

2016 Concerto a Santa Maria in Portico in Campitelli

Il 12 Dicembre abbiamo avuto, con il permesso del parroco Don Davide, la gioia di organizzare in favore dell'Associazione Amico un concerto nella splendida Basilica di Santa Maria in Portico in Campitelli

VEDI TUTTI GLI EVENTI

LA VITA HA SENSO SOLO SE AIUTI GLI ALTRI

E' una vita vissuta all'insegna della solidarietá quella della Contessa Rosemarie Vaselli. Cittadina tedesca trapiantata a Roma, nella Cittá Eterna sposa il Conte Roberto Vaselli. Dalla loro unione nascono due figli, la loro é una coppia felice, ma nell' 87 il figlio Andrea rimane vittima di un incidente mortale mentre è al volante sulle strade di Nizza. La disgrazia cambia il modo di vivere e di vedere le cose dell'intera famiglia. Rosemarie - lei preferisce omettere i formalismi e il titolo nobiliare - stravolge il suo modo di vivere in memoria di quel figlio sempre pronto ad aiutare gli altri. Nel suo ricordo fonda "Amico" - l'Associazione (tel. 06 6840731) pro miglioramento condizioni di vita individuale e collettiva intitolata ad Andrea Vaselli - insieme al marito, l'altra figlia e tre sue amiche. Durante i dodici anni di vita dell'Associazione, che si distingue per gli aiuti rivolti ad ogni genere di richiesta, sia quella della realizzazione di un campo di calcetto, di un rifugio per anziani o del sostegno economico a famiglie indigenti segnalate dalle parrocchie, Rosemarie, ha raccolto circa 900 milioni di lire, tra contributi e donazioni. "La vita ha un senso - spiega lei - se serve a qualcosa, spenderla per riuscire a migliorare le condizioni di vita di chi ha bisogno di un qualsiasi aiuto, mi sembra il modo piú giusto per farlo. Dopo l'incidente di mio figlio ho cominciato a vivere una seconda vita. Nella prima ero felice, ma non sapevo di esserlo; nella seconda, pur sentendomi pervasa da un'immensa nostalgia, riesco ad avere una visione dell'esistenza a 360 gradi scoprendomi sensibile ai problemi degli altri, qualunque essi siano. Per questo non mi sono mai voluta fissare su un settore specifico, tentando di abbracciare, nel mio piccolo, ogni tipo di bisogno perché tante piccole cose fanno da sempre un grande mare". Accanto a questa attivitá poliedrica, Rosemarie organizza feste, tornei di bridge e attivitá ricreative per i ragazzi nel suo Castello di Decima. Rosemarie ha anche instaurato, assieme ai suoi colleghi, un servizio di volontariato per tre case delle suore di Madre Teresa di Calcutta dove dei volontari accompagnano anziani o persone che hanno problemi di deambulazione a fare la spesa e a sbrigare le commissioni di cui hanno bisogno.